FINALMENTE LIBERI


 

Il Movimento Noi liberi ringrazia il Presidente Crocetta

Un percorso  iniziato il 12 settembre 2016, quando il Presidente della Regione Sicilia, Rosario  Crocetta,  ha ricevuto presso il palazzo d’Orleans il Movimento Noi liberi composto dalle associazioni: Amici di Agrigento, Nuove Ali, Senza Limiti, lottiamo Insieme, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti AG, Crescere Insieme, AGAPE, OUT-AUT, Vitautismo, famiglie Persone  Down, rappresentate dalla presidente dell’associazione Amici di Agrigento Angela Zicari, i quali rappresentavano la mancanza di servizi a favore delle persone disabili e le sospensioni continue, ma soprattutto chiedevano LIBERTÀ, liberi di scegliere dove andare, con chi stare e da chi farsi assistere. Chiedevano un assegno di cura , ossia un contributo economico che potesse permettere  alla persona disabile di poter essere assistito presso il proprio domicilio, al fine di garantirne la permanenza , ma soprattutto consentire  alla persona disabile la libertà di scegliere da chi farsi assistere. Arriva subito il  SI da parte del Presidente Crocetta  comprendendo perfettamente le ragioni della richiesta. Tanti gli incontri , tanti i mesi passati , ma oggi   arriva  la bella notizia, siamo finalmente LIBERI . Grazie alla legge regionale pubblicata sulla gazzetta ufficiale venerdì 3 marzo 2017, finalmente la persona disabile sarà padrona della propria vita.

La legge 1 marzo 2017 art. 1, infatti stabilisce che: “ Al fine di garantire l’attuazione dei livelli di assistenza domiciliare, con riguardo ai soggetti con disabilità gravissima , è istituito un Fondo Regionale per la disabilità da destinare agli aventi diritto mediante trasferimenti monetari diretti per ciascun soggetto in relazione al piano individuale di assistenza e da erogarsi mensilmente”    un metodo d’attuazione  che garantisce la libertà negata da troppi anni, per la persona disabile questa decisione ha un valore inestimabile . Il Movimento Noi Liberi vuole ringraziare il Presidente Crocetta non solo per l’istituzione del Fondo regionale per la disabilità, ma soprattutto per avere concesso alla persona disabile la LIBERTÀ di scegliere dove andare, con chi stare e da chi farsi assistere.

GRAZIE PRESIDENTE.

Istituzione del Fondo regionale per la disabilità


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *